logo-mp-progetti
Condividi questa pagina:
Home page | Servizi | Pagina corrente: Il tema "Energia"

Servizi

Il tema "Energia"

Il tema "energia"RISPARMIO ENERGETICO

Negli ultimi anni è cresciuta sempre più l'attenzione rivolta al tema del risparmio energetico, nel rispetto dell'ambiente e allo scopo di ridurre sensibilmente i costi di gestione dei nostri immobili (abitazioni, uffici, imprese).
Ma cosa significa risparmio energetico? Per risparmio energetico si intende il risparmio di tutte le fonti energetiche non rinnovabili ed altrimenti utilizzabili, quali petrolio, metano, combustibili solidi, ecc.

Il risparmio energetico passa innanzi tutto attraverso il minore utilizzo delle energie a nostra disposizione: comportamenti virtuosi ed intelligenti, che partono dalla sostituzione dei vecchi elettrodomestici con quelli ad alta efficienza energetica, utilizzo di lampade a risparmio energetico e led, ecc., per arrivare a semplici accorgimenti, come spegnere le luci quando non servono, utilizzare veicoli di bassa cilindrata o biciclette o anche andare a piedi.
Il risparmio energetico ottenibile dai comportamenti quotidiani si può definire come risparmio energetico intelligente, in quanto è una forma che riguarda più la sensibilità, l'etica e l'intelligenza individuale.

Un considerevole risparmio si ottiene poi attraverso un uso razionale delle energie. L'edificio che, grazie a particolari accorgimenti tecnici e tecnologici, riduce il consumo di energia, viene spesso definito casa a risparmio energetico.
Sono diversi gli accorgimenti che si possono adottare per arrivare ad ottenere una casa a risparmio energetico:

Coibentazione dell'involucro disperdente (risparmio energetico passivo).
Per ridurre il consumo di energia, aspetto fondamentale è l'isolamento termico di tutte le superfici verticali ed orizzontali che delimitano gli ambienti riscaldati dall'esterno o da altri ambienti che non vengono riscaldati. Per quanto riguarda pareti, pavimenti e soffitti tale obiettivo si raggiunge mediante l'utilizzo di appositi materiali con elevata capacità di isolamento, come pannelli in polistirene, poliuretano, oppure lana di roccia o di legno.
Questi interventi apportano notevoli benefici a livello di riduzione di consumi e anche di comfort abitativo sia nel periodo invernale che in quello estivo.
Per quanto riguarda poi le superfici trasparenti, che sono spesso causa di forti dispersioni termiche, si può intervenire sostituendo i vecchi infissi con nuovi, che avendo telaio e vetri dalle prestazioni nettamente superiori, abbattono le dispersioni in inverno, e ponendo attenzione all'utilizzo di adeguate schermature esterne per evitare surriscaldamenti in periodo estivo.

Impianti ad alta efficienza (risparmio energetico attivo).
Notevoli benefici si possono ottenere rinnovando l'impianto di riscaldamento e raffrescamento, installando macchine ad alta efficienza energetica, oppure, ove possibile, installando sistemi che producono energia utilizzando fonti energetiche rinnovabili (FER) piuttosto che combustibili, ad esempio pannelli solari, pompe di calore, sonde geotermiche.
E' importante specificare che il concetto di casa a risparmio energetico può essere applicato a tutte le tipologie edilizie, e quindi non solo abitazioni, ma anche uffici, edifici commerciali, imprese. L'obiettivo del risparmio energetico è raggiungibile per gli edifici esistenti, attraverso mirati interventi di riqualificazione energetica, e ovviamente per le nuove costruzioni, dove mediante l'utilizzo di tecnologie innovative è possibile anche raggiungere la completa autonomia dal punto di vista energetico (casa passiva).

Lo studio MP-progetti, avvalendosi delle esperienze maturate sul campo e di fidate collaborazioni, è in grado di fornire consulenze in materia di risparmio energetico per aziende e per privati, sia nelle nuove costruzioni, con la scelta dei materiali e delle tecnologie più idonee, sia nelle ristrutturazioni: dai piccoli interventi alle importanti riqualificazioni, forniamo valutazioni in merito alle diverse metodologie di intervento, per individuare quella economicamente più vantaggiosa, in riferimento anche agli sgravi fiscali ottenibili secondo la normativa vigente.

Il tema "energia"CERTIFICAZIONE ENERGETICA

Cos'è la Certificazione Energetica?
La certificazione energetica è nata da un'esigenza ben specifica, infatti la Direttiva Europea 2002/91/CE del Parlamento Europeo e del Consiglio del 16 dicembre 2002, ha vincolato gli stati membri dell'UE a dotarsi di strumenti tecnici di controllo e valutazione della prestazione energetica degli immobili.
L'obiettivo del certificato energetico degli edifici consiste essenzialmente nella valorizzazione, all'interno del mercato immobiliare, degli edifici contraddistinti da un basso consumo energetico.

L'attestato di Certificazione Energetica di un immobile è dunque un documento che ne indica il rendimento energetico. Attraverso la valutazione di aspetti quali volumetrie riscaldate, livello di isolamento delle superfici disperdenti, caratteristiche degli impianti, il certificatore energetico calcola la quantità di energia consumata presumibilmente dall'immobile per sopperire alle esigenze di riscaldamento, produzione di acqua calda sanitaria e raffrescamento estivo. In funzione di questo valore, all'immobile viene attribuita una classe energetica, contraddistinta da lettere che vanno da A a G, dove ad una lettera bassa corrisponde un alto consumo di energia.

In Italia, ogni regione ha autonomamente legiferato in materia di certificazione energetica, per cui le metodologie di calcolo e la classificazione energetica risultante sono differenti a seconda della localizzazione geografica dell'immobile.

Chi può rilasciare l'Attestato di Certificazione Energetica?
L'attestato di Certificazione Energetica può essere rilasciato esclusivamente da figure accreditate presso gli Organismi deputati della relativa regione di appartenenza.

Quando è necessario dotarsi di Attestato di Certificazione Energetica?
L'attestato di Certificazione Energetica è obbligatorio per le nuove costruzioni, per la cessione o locazione di immobili, e per avere accesso alle detrazioni fiscali a seguito di interventi di riqualificazione energetica.

Il tema "energia"DETRAZIONI FISCALI
Chi sostiene spese per i lavori di ristrutturazione edilizia può usufruire della detrazione d'imposta Irpef pari al 36%, con un limite massimo di spesa sul quale calcolare la detrazione pari a 48.000 €.

Per le spese sostenute dal 26 giugno 2012 al 31 dicembre 2013, secondo il D.l. 63/2013, la detrazione Irpef sale al 50%, e si calcola su un limite massimo di spesa di 96.000 euro per unità immobiliare.
Il decreto legge 63 del 4 giugno 2013 (entrato in vigore il 6 giugno 2013) ha riconosciuto la detrazione del 50% anche sulle ulteriori spese sostenute per l'acquisto di mobili e di grandi elettrodomestici di classe non inferiore alla A+, nonché A per i forni, per le apparecchiature per le quali sia prevista l'etichetta energetica, finalizzati all'arredo dell'immobile oggetto di ristrutturazione.
Inoltre, sulle spese sostenute per gli interventi di riqualificazione energetica di edifici già esistenti, spetta la detrazione fiscale pari al 65%
La detrazione va ripartita in 10 quote annuali di pari importo, ed è calcolata su un ammontare complessivo non superiore a 10.000 euro.

Per le prestazioni di servizi relative agli interventi di recupero edilizio, di manutenzione ordinaria e straordinaria, realizzati sugli immobili a prevalente destinazione abitativa privata, si applica l'aliquota Iva agevolata del 10%.

Possono beneficiare dell'agevolazione non solo i proprietari o i titolari di diritti reali sugli immobili per i quali si effettuano i lavori e che ne sostengono le spese, ma anche l'inquilino o il comodatario, purché sostenga le spese e le fatture ed i bonifici risultino intestati a lui.

Contattaci per maggiori informazioni!

Studio di Ingegneri MP-progetti di Menna Giuseppe e Poli Silvia
via Lazio, 1 - 40060 Osteria Grande (BO)
tel/fax 0510458713 - e-mail: info@mp-progetti.com
C.F./P.IVA 03186811208